Liberare Roma in movimento: il nostro flash mob ad Arco di Travertino

Il Centro Polifunzionale di Arco di Travertino è un vero e proprio monumento allo spreco:

6000 mq di cui solo una piccola parte è in funzione come parcheggio sotterraneo;
32 milioni di euro sprecati
7 anni di abbandono.

Di proprietà del Dipartimento mobilità del Comune di Roma, costato 32 milioni di euro, dopo una serie di ipotesi di utilizzo scartate tra cui una Casa della Salute, una biblioteca e una proposta da parte dell’Università per la creazione di una sede della Polizia Locale, oggi giace inutilizzato davanti agli occhi delle cittadine e dei cittadini che tutti i giorni passano lì davanti, impotenti. Liberare Roma è movimento ed è in movimento. Per questo siamo andati a vedere con i nostri occhi lo stato del Centro Polifunzionale.

Vogliamo riprenderci i nostri spazi perché lo spazio pubblico è di chi lo abita riempiendolo di significato.

Il Centro Polifunzionale è un luogo da troppo tempo abbandonato. Una risorsa sprecata che potrebbe rappresentare una risposta concreta alle esigenze di questo pezzo di città. Qui, infatti, potrebbe nascere un nuovo polo sociale e culturale in grado di creare anche posti di lavoro. Presìdi contro l’avanzare della barbarie, vestita di individualismo.

Fino a oggi l’Amministrazione Comunale non ha elaborato alcuna proposta e ha rifiutato tutti i progetti di rigenerazione che sono stati avanzati, lasciando che questa struttura si degradasse in preda all’incuria e all’assenza di manutenzione. Liberare Roma vuole essere anche questo: una campagna per scoprire e immaginare nuove strade per i nostri quartieri. Non più periferie abbandonate a loro stesse, ma centri vivi e pulsanti.